Footing: uno sport alla portata di tutti

da | 26 Giu, 2021 | Fitness

Con la stagione calda, viene la voglia di riacquisire la forma e anche di stare all’aria aperta. Il footing è una sintesi perfetta di queste esigenze. Alla portata di tutti, ma sempre seguendo regole di prudenza. Vediamo come.

Quale altro sport è altrettanto semplice, naturale ed economico, ma anche efficace, praticabile sempre e da chiunque come il footing?
Un modo facile e sicuro per mantenersi in forma e perdere i chili di troppo. Unisce, in base alla velocità e al ritmo, i vantaggi della camminata (bruciare calorie, prevenire diabete e disturbi cardiaci) a quelli delle discipline aerobiche (buon esercizio per cuore e polmoni e rilascio di endorfine, gli ormoni del benessere)..

È l’ideale per rimettersi in forma nella bella stagione, quando è piacevole trascorrere del tempo all’aria aperta.
Allenarsi all’aperto, immersi in un paesaggio ricco di colori, profumi e suoni è un punto di forza di questa disciplina, indicata anche per chi ha poco tempo disponibile. Bastano delle scarpe da corsa di buona qualità, una maglietta e un pantalone sportivo e via!

Tra i fattori vincenti, anche il tempo; se uno sport praticabile in palestra richiede comunque un paio di ore tra riscaldamento, attività sportiva vera e propria e cambi nello spogliatoio, il footing si può praticare anche nei giardinetti sotto casa, dedicandole da 30 minuti a un’ora, oltre a qualche minuto di riscaldamento e stretching.

Se vuoi sapere di più sull’esercizio fisico
e su come  trarne il massimo beneficio leggi anche

Esercizio fisico moderato: guida
Esercizio fisico moderato: benefici

I vantaggi

I benefici della corsa sono molteplici:

  • aiuta a dimagrire; abbinata a un equilibrato programma alimentare, permette di bruciare grassi velocemente; raggiunto il peso forma, aiuta a mantenerlo;
  • è fondamentale nella prevenzione di patologie come quelle al colon, perché accelera il transito intestinale e contrasta la stitichezza; ma anche di quelle ossee, come osteoporosi e artrosi, perché rigenera le ossa e rafforza i muscoli;
  • la sua pratica regolare ci regala 10 anni di meno, aiutandoci a conservare il buonumore e ad avere più fiducia in noi stessi per il raggiungimento degli obiettivi prefissi.

 

Quando farlo?

Naturalmente ci si può organizzare in base alle proprie necessità, però il mattino rimane la scelta migliore, perché non si rischiano disturbi del sonno dopo uno sforzo intenso, e si è più riposati rispetto alla sera. Un allenamento serale, invece, può aiutare a scaricarsi dallo stress fisico e mentale accumulato durante il giorno; può però capitare che la giornata di lavoro faticosa o prolungata faccia saltare l’allenamento.

 

Abbigliamento e accessori

Esistono tre diversi tipi di andatura: una «neutra», tipica di un piede stabile; una «iperpronatrice», con il peso che viene scaricato verso l’interno, come si può facilmente dedurre guardando la suola delle scarpe, e una da «supinatrice», con il piede che tende a puntare verso l’esterno. Un bravo podologo può consigliare la scarpa adatta ai diversi morfotipi o un corretto plantare.

Conviene acquistare le scarpe di pomeriggio, quando i piedi sono più gonfi; nessuna, però, è eterna ed è buona regola usarla per 5/600 km, o al massimo un anno.
Ci vuole poi un abbigliamento comodo: corpetto o reggiseno confortevole , berretto e guanti d’inverno, cappellino per proteggere la testa d’estate.
Altro accessorio utilissimo è il cardiofrequenzimetro, un orologio da polso che misura in tempo reale e continuo la frequenza del battito cardiaco, fornendo così un’idea dello sforzo al quale lo sottoponiamo.
Si consigliano inoltre occhiali da sole, cintura portaoggetti o marsupio, zaino.

Per evitare vesciche ai piedi: prendete scarpe comode di un numero superiore al vostro, procuratevi calze da running che aiutino a evacuare l’umidità e fate impacchi ai piedi con burro di karatè.

Per infiammazioni nelle zone di sfregamento, come cosce e sotto le braccia: usate tessuti tecnici e creme antisfregamento.
In caso di crampi: praticate costantemente stretching prima e dopo l’allenamento , rispettate i giorni di recupero tra un allenamento e l’altro, e bevete.

Sapevi che l’esercizio fisico è il migliore alleato delle ossa?

Scopri di più nell’articolo

Attività fisica da prescrivere

Articoli recenti

Muoversi di più. Una potente medicina

Muoversi di più. Una potente medicina

«Il movimento, qualsiasi tipo di attività si scelga, è una medicina-farmaco incredibile e del tutto naturale. In più, se vengono messi a confronto medicinali ed esercizio si potrà osservare che riescono ad assicurare gli stessi risultati, ci si ammala di meno e camminare è l’approccio più efficace per cominciare»,

Tra evidenze scientifiche e miti

Tra evidenze scientifiche e miti

Dagli inizi degli anni ‘70, la comunità internazionale si è data invece un metodo per stabilire quanto una scoperta sia o meno attendibile, quale importanza gli si possa attribuire. Insomma, un sistema per “pesare” le evidenze scientifiche. Oggi il metodo è accettato universalmente e tende a valutare i fatti e non le opinioni.

Mi metto a correre

Mi metto a correre

Praticare un’attività fisica di movimento è sicuramente fonte di benefici per tutto l’organismo. Cosa preferiscono gli italianiCircolano falsi miti su presunti rischi: ecco cosa dimostra la ricerca. Correre vuol dire imparare ad ascoltarsi, aumentando la consapevolezza sulle proprie condizioni fisiche.

Intuizione o sesto senso?

Intuizione o sesto senso?

Quante volte «sentiamo» che qualcosa, a naso, non ci convince? Oppure troviamo quasi inconsapevolmente la soluzione giusta per un problema che ci assilla? La saggezza popolare parla di sesto senso, la scienza più semplicemente di intuizione.

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This