Progetto DianaWeb

da | 6 Mag, 2021 | Medicina

Il progetto DianaWeb è nato dalla naturale prosecuzione del piu famoso Diana 5. 
E’ un progetto promosso dalla Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
In collaborazione con Università degli Studi di Perugia, Fondazione Vita e Salute, Università degli Studi di Palermo e ATS Valpadana.

DianaWeb è uno studio di ricerca partecipato.

L’idea innovativa rispetto al suo precursore fu quella di superare le barriere territoriali attraverso l’uso dello strumento online che permettesse di seguire passo passo l’esperienza delle donne partecipanti al progetto.

Tutte le donne con diagnosi di tumore al seno possono partecipare gratuitamente al progetto DianaWeb, indipendentemente dall’età, dalla data della diagnosi, dallo stadio della patologia e dalla residenza geografica.

L’obiettivo è quello di aiutare la ricerca a trovare stili di vita in grado di migliorare la prognosi dopo la diagnosi di tumore.

Le partecipanti riceveranno tanti consigli in merito all’alimentazione e all’attività fisica.
Potranno inoltre inviare domande ai ricercatori, seguire incontri e videoconferenze ed essere sempre informate sulle novità in campo scientifico.

Nel corso del 2015, l’allora Associazione Vita e Salute, grazie al contributo dell’8xmille alla Chiesa Avventista, ha dato il via ad un primo finanziamento di 12.000 euro per la realizzazione della  piattaforma del DianaWeb. La sfida a cui siamo chiamati ancora oggi è coinvolgere nella ricerca almeno 50.000 donne che abbiano avuto una diagnosi di tumore al seno.
La Fondazione Vita e Salute è diventata Centro di reclutamento.
Vogliamo coinvolgere donne, madri, figlie intorno a questo importantissimo progetto di ricerca.

 

 

 

 

 

Ma il nostro impegno non si limita a questo!
Desideriamo attraverso la nostra attività editoriale, condotta dal principio del rigore scientifico, fornire esperienze di formazione e consigli pratici per aiutare queste donne nella loro personale sfida.

Articoli recenti

Muoversi di più. Una potente medicina

Muoversi di più. Una potente medicina

«Il movimento, qualsiasi tipo di attività si scelga, è una medicina-farmaco incredibile e del tutto naturale. In più, se vengono messi a confronto medicinali ed esercizio si potrà osservare che riescono ad assicurare gli stessi risultati, ci si ammala di meno e camminare è l’approccio più efficace per cominciare»,

Tra evidenze scientifiche e miti

Tra evidenze scientifiche e miti

Dagli inizi degli anni ‘70, la comunità internazionale si è data invece un metodo per stabilire quanto una scoperta sia o meno attendibile, quale importanza gli si possa attribuire. Insomma, un sistema per “pesare” le evidenze scientifiche. Oggi il metodo è accettato universalmente e tende a valutare i fatti e non le opinioni.

Mi metto a correre

Mi metto a correre

Praticare un’attività fisica di movimento è sicuramente fonte di benefici per tutto l’organismo. Cosa preferiscono gli italianiCircolano falsi miti su presunti rischi: ecco cosa dimostra la ricerca. Correre vuol dire imparare ad ascoltarsi, aumentando la consapevolezza sulle proprie condizioni fisiche.

Intuizione o sesto senso?

Intuizione o sesto senso?

Quante volte «sentiamo» che qualcosa, a naso, non ci convince? Oppure troviamo quasi inconsapevolmente la soluzione giusta per un problema che ci assilla? La saggezza popolare parla di sesto senso, la scienza più semplicemente di intuizione.

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This