Gravidanza. Alcuni consigli utili per i disturbi più comuni

da | 5 Nov, 2021 | Medicina

Quando la gravidanza ha un decorso normale, il ginecologo stabilirà i successivi controlli ogni 30-40 giorni, prescrivendo gli esami.
L’alimentazione svolge un ruolo importantissimo perché le sostanze nutritive che sono assunte dalla madre contribuiscono non solo al suo benessere ma anche a quello del bambino.
E’ da evitare assolutamente l’assunzione di bevande alcoliche e il fumo.

L’attività fisica va continuata, compatibilmente con la sensazione di fatica. Escludendo tutti i movimenti che provocano un’oscillazione del bacino (saltelli, corsa, cavallo). Sono da preferire le camminate, il nuoto, gli esercizi a terra. 
La presenza di grandi quantità di ormoni o la loro diminuzione è all’origine dei disturbi tipici: nausea, vomito, sonnolenza, stitichezza, bruciori gastrici. Il peso che l’utero gravido esercita su alcune strutture determina il gonfiore alle gambe e il mal di schiena.


Alcuni consigli utili

  • Nausea e vomito: si possono combattere con rimedi alimentari (pasti piccoli, frequenti e con cibi secchi), rimedi naturali (alcune erbe, succo di limone e zucchero, zenzero) e Vitamina B12
  • Stitichezza: può essere contrastata con un’alimentazione ricca di frutta e verdura, bevendo molta acqua, facendo esercizio fisico. In casi estremi, utilizzando alcuni lassativi naturali (lattulosio, psylogel).
  • Bruciore gastrico: può essere tenuto sotto controllo con il succo di limone o un cucchiaino di gomasio (semi di sesamo e sale marino). Ottime anche le tisane di menta. Se occorre, consultando il medico, si può ricorrere ad un antiacido. 

    Scopri altri consigli su come vivere al meglio la tua gravidanza.

    Leggi anche

    Gravidanza: come affrontarla
    Gravidanza: cambiamenti in arrivo
    Parto e puerperio
    Gravidanza: Alcuni consigli utili per i disturbi più comuni

Articoli recenti

Consumo di latte e cancro alla prostata

Consumo di latte e cancro alla prostata

Secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori della Loma Linda University Health, gli uomini con un’assunzione maggiore di latticini, in particolare di latte, corrono un rischio significativamente maggiore di cancro alla prostata rispetto agli uomini con un’assunzione inferiore. Lo studio non ha trovato tali associazioni tra l’aumento del rischio di cancro alla prostata e l’assunzione di calcio non caseario

Vegani e biomarcatori per difendersi dalle malattie

Vegani e biomarcatori per difendersi dalle malattie

I vegani, rispetto ai non vegetariani, mostrano differenze significative nei loro profili metabolici. Tali differenze possono aiutare a spiegare il loro minor rischio di malattie croniche.Lo dimostra  un recente studio condotto dai ricercatori della Loma Linda University, del Brigham and Women’s Hospital e della Fred Hutchinson Cancer Research Center. 

Barbabietole rosse con crudità

Barbabietole rosse con crudità

Preparate una salsa stemperando lo yogurt con l’aceto, il sale aromatico e l’aglio.
Lavate le verdure e tagliatele.
Mettete qualche goccia di limone sulle carote perché non anneriscano.
Togliete la buccia alle barbabietole; tagliate una fetta superiore.

Share This