Fumo. I rischi per gli animali domestici

da | 4 Giu, 2021 | Dipendenze, Medicina

di Biagio Tinghino

Ci rimettono anche i nostri amici animali

Sono pochissimi gli studi sui danni provocati dal fumo passivo negli animali domestici, spesso fedeli compagni dell’uomo.
Una ricerca, pubblicata lo scorso gennaio, e condotta presso l’università cinese di Sun Yat-sen – Guangzhou, ha dimostrato che il pericolo esiste per tutte le specie animali. Su un campione di 7.326 animali è stato verificato che tra i cuccioli esposti a fumo passivo, già da quando erano in utero, si riscontra un’importante diminuzione della funzionalità respiratoria, che si conferma se aspirano fumo passivo dopo la nascita, anche se solo nei primi 2 anni di vita.

Se vuoi saperne di più sui danni causati dal fumo leggi anche

Diabete e fumo. Coppia letale

Danni da fumo? I giovani ci credono sempre meno.

Sembra un paradosso, ma, nell’era della comunicazione globale, sempre meno giovani conoscono quanto il fumo faccia male. I dati pubblicatia febbraio sulla rivista scientifica Drug Alcohol Dependence mostrano che la percezione del rischio legato alle sigarette sia in costante declino tra i ragazzi, in particolare negli Usa, e che solo il 71,6% di essi sia convinto del rischio che corrono.
Si tratta di segnali importanti che richiamano i decisori a rivedere e intensificare gli sforzi di comunicazione per interventi efficaci di prevenzione del tabagismo.

 

*Società Italiana di Tabaccologia,
Past president

Questo articolo è tratto dal mensile Vita&Salute Marzo 2020

Articoli recenti

Barbabietole rosse con crudità

Barbabietole rosse con crudità

Preparate una salsa stemperando lo yogurt con l’aceto, il sale aromatico e l’aglio.
Lavate le verdure e tagliatele.
Mettete qualche goccia di limone sulle carote perché non anneriscano.
Togliete la buccia alle barbabietole; tagliate una fetta superiore.

Il tesoro delle api

Il tesoro delle api

Troppo spesso sui giornali generalisti campeggiano strilli tipo: “È imperativo promuovere la qualità dei prodotti apistici e contrastare l’importazione di miele sintetico dalla Cina”. “Il miele è un prodotto taroccato”. “Il miele è pieno di antibiotici”. Notizie che stanno arrecando danno all’immagine del miele e dei prodotti dell’alveare.

Liberarsi dal fumo

Liberarsi dal fumo

I dati non sono rassicuranti. Ogni anno, 80mila fumatori italiani muoiono con 10-12 anni di anti- cipo rispetto a chi non fuma. Un’ecatombe. O forse un olocausto dorato come ebbe a definirlo Robert Proctor, dove c’è chi muore con atroci sofferenze e c’è chi si arricchisce con le loro morti.

Polmoni al centro

Polmoni al centro

Negli ultimi dieci anni il fumo ha causato più morti di quelli che l’Italia ha avuto nella Prima guerra mondiale. Dal momento che muoiono ogni anno tra le 70 e le 80mila persone per questo motivo. Questi numeri, che la comunità scientifica mette a disposizione, dovrebbero aver modificato da tempo comportamenti e politiche sanitarie.

Share This