Diabete e fumo. Coppia letale

da | 3 Giu, 2021 | Medicina

Di Biagio Tinghino

Nuove conferme

Sono sempre più forti le evidenze su diabete e fumo come coppia letale. I fumatori, infatti, hanno maggiori rischi di sviluppare il diabete di tipo 2 rispetto a chi non fuma.
Fumare 1 sigaretta ogni 3 giorni, per esempio, sembra aumentare di quasi il 35% il rischio di diventare diabetici, mentre il rischio sale all’80% in più seconsideriamo chi fuma tra 5 e 10 pacchetti l’anno. I fumatori più forti (per esempio, chi supera i 10 pacchetti l’anno) hanno un rischio maggiore del 250%.
Probabilmente il fumo agisce aumentando una forma di insulino-resistenza delle cellule, che costituisce la via attraverso la quale si sviluppa il diabete dell’adulto. Il rischio si riduce se si smette di fumare. Ma ci vuole tempo pertornare al livello dei non-fumatori, circa 10 anni.

 

Per saperne di più sul diabete leggi anche

Regole d’oro contro il diabete

Una famiglia senza fumo

Tra i fattori che predispongono all’iniziazione al fumo di tabacco c’è sicuramente l’abitudine da parte di un familiare. Sui bambini è più influente il comportamento della mamma e del papà, seguito da quello dei fratelli e – in contesti educativi allargati – dagli insegnanti.
Questi dati sono confermati da una revisione della letteratura scientifica internazionale che ha sottolineato l’importanza di dichiarare “senza
fumo” l’abitazione in cui i figli crescono.

L’influenza dei genitori cambia, nei vari Paesi, a seconda di ruoli, cultura, rapporti di potere e di genere, ma è importante che i sanitari e gli educatori evidenzino la necessità di abitazioni “smoke free”, anche alla luce dei danni che provoca il fumo di seconda mano (passivo) e di quelli indotti dalla deposizione di veleni nell’ambiente (fumo di terza mano).

 

Approfondisci il tema leggendo anche

Frutta e diabete: si può fare

*Società Italiana di Tabaccologia,
Past president

Articolo tratto dal numero di Vita&Salute di Marzo 2020

Articoli recenti

Latte. Fondamentale in menopausa?

Latte. Fondamentale in menopausa?

Molto spesso si rimarca che il latte, grazie al suo elevato contenuto di calcio, è indispensabile in varie fasi della vita: nell’infanzia, per costruire ossa forti; nella terza età, per mantenere un’ossatura sana; e soprattutto nella menopausa, per prevenire l’osteoporosi.

Bevande con stevia: la soluzione all’obesità e al diabete?

Bevande con stevia: la soluzione all’obesità e al diabete?

Da qualche anno il mercato delle bibite si è arricchito di una nuova offerta: bevande e succhi contenenti stevia, una pianta dalle foglie dolcissime e con scarsi effetti collaterali. I nuovi prodotti vantano un bel po’ di zuccheri e calorie in meno rispetto a quelli tradizionali. Ma….

Torniamo a fare il pane in casa

Torniamo a fare il pane in casa

I momenti di pausa possono servire anche a questo: cercare antiche tradizioni che ci rendano più liberi, consapevoli e autosufficienti. E allora torniamo a fare il pane, per sfornare una pagnotta che sa di bellezza.

Cibi crudi. Tutti i benefici.

Cibi crudi. Tutti i benefici.

Ci sono tanti e ottimi motivi per mangiare più spesso cibi crudi: sono ricchi di alcune sostanze preziose per la salute, le quali vengono invece disperse, ridotte o alterate dal calore della cottura.

Raggi solari. Precauzioni e benefici

Raggi solari. Precauzioni e benefici

È abituale la mancata o errata applicazione delle creme solari di cui, spesso, non si leggono neppure gli ingredienti. Quanti sanno che l’applicazione dovrebbe essere ripetuta almeno ogni due ore e dopo il bagno? Quanti sanno che la reidratazione della pelle è d’obbligo per mantenerla elastica ed evitare le spellature

Archivi

Categorie

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This