Abbronzatura duratura: come nutrire la tintarella

da | 16 Giu, 2021 | Salute

di Gudrun dalla Via

 

Nutrire la tintarella per avere un’abbronzatura duratura: entro certi limiti è possibile. Pensate a quanto succede quando durante l’inverno si sono assunti degli antibiotici. E’ molto più difficile abbronzarsi nella stagione successiva. Oppure, osservate una pelle secca, trascurata: essa si desquama con estrema facilità, perdendo quindi velocemente l’abbronzatura faticosamente conquistata.

Ecco alcuni consigli utili per mantenerci sani e vitali anche in estate e per avere una pelle con un colorito uniforme, luminoso, di una tonalità piacevole.

Per ricevere altri consigli su
come abbronzarsi mantenendo la pelle in salute leggi anche

Lampade abbronzanti: vale la pena rischiare?

 

Alcune regole fondamentali per un’abbronzatura duratura

  • mantenere un apporto sufficiente e in rapporto corretto di tutte le sostanze nutritive.
  • consumare quotidianemente una buona quantità di vegetali, cioè frutta, verdura ed eventualmente germogli, soprattutto crudi. Quelli colorati, in particolare, sono più ricchi di antiossidanti.
  • fare pasti non eccessivamente complessi e pesanti, osservando le corrette combinazioni alimentari.
  • consumare ogni giorno cereali di buona qualità  (pane, pasta, riso, polenta, farro,orzo, segale, eccetera) prevalentemente integrali, anche per assicurare un sufficiente apporto di fibre.
  • limitare i cibi fritti, i dolciumi, il caffè, le bevande eccitanti e zuccherate.
  • evitare alcol e tabacco.

Regola d’oro: abituare la pelle al sole in maniera moderata e costante

Esponete il corpo il più possibile all’aria e alla luce, anche  nelle altre stagioni.  Non occorre che sia necessariamente il sole.  Fatelo non solo durante i fine settimana ma anche recandovi al lavoro o per le commissioni e nelle pause pranzo. Perfino la passeggiata alla sera è giovevole in quanto costituisce un movimento utile alla circolazione, al mantenimento del peso corporeo e vi espone anche all’aria aperta.

Scopri di più sull’utilizzo delle lampade abbronzanti leggendo:

Lampade abbronzanti: vale la pena rischiare?

Questo articolo è tratto dal mensile Vita&Salute – Numero di giugno 2016

Articoli recenti

Muoversi di più. Una potente medicina

Muoversi di più. Una potente medicina

«Il movimento, qualsiasi tipo di attività si scelga, è una medicina-farmaco incredibile e del tutto naturale. In più, se vengono messi a confronto medicinali ed esercizio si potrà osservare che riescono ad assicurare gli stessi risultati, ci si ammala di meno e camminare è l’approccio più efficace per cominciare»,

Tra evidenze scientifiche e miti

Tra evidenze scientifiche e miti

Dagli inizi degli anni ‘70, la comunità internazionale si è data invece un metodo per stabilire quanto una scoperta sia o meno attendibile, quale importanza gli si possa attribuire. Insomma, un sistema per “pesare” le evidenze scientifiche. Oggi il metodo è accettato universalmente e tende a valutare i fatti e non le opinioni.

Mi metto a correre

Mi metto a correre

Praticare un’attività fisica di movimento è sicuramente fonte di benefici per tutto l’organismo. Cosa preferiscono gli italianiCircolano falsi miti su presunti rischi: ecco cosa dimostra la ricerca. Correre vuol dire imparare ad ascoltarsi, aumentando la consapevolezza sulle proprie condizioni fisiche.

Intuizione o sesto senso?

Intuizione o sesto senso?

Quante volte «sentiamo» che qualcosa, a naso, non ci convince? Oppure troviamo quasi inconsapevolmente la soluzione giusta per un problema che ci assilla? La saggezza popolare parla di sesto senso, la scienza più semplicemente di intuizione.

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This