Zuccheri assorbiti troppo velocemente – regole d’oro contro il diabete

da | 22 Dic, 2015 | Medicina

Volete tenere lontano il diabete?

Poiché le cause di questa patologia non hanno segreti, anche la strategia preventiva non può che essere chiara e semplice. Una dieta sostanzialmente vegetariana (ancora meglio vegana), basata sull’abbondanza dei vegetali freschi, sui legumi e sui cereali integrali, ricchi di fibre e di altri nutrienti protettivi, è molto efficace nella prevenzione della malattia diabetica. È particolarmente importante ridurre (o eliminare del tutto) il consumo di proteine e di grassi animali (carne, uova, latte e formaggi) perché questi nutrienti aggravano nel loro insieme tutti i disturbi del metabolismo. L’altro pilastro della strategia preventiva è l’attività fisica (con un minimo di 20-30 minuti al giorno) che, se praticata con costanza ed entusiasmo, produce infallibilmente ottimi risultati.

Consumate dunque liberamente e in abbondanza verdure e insalate crude e mangiate tanta frutta fresca, ma limitate (meglio evitarli con cura) i succhi di frutta. È il consiglio che arriva da uno studio apparso sulla rivista Diabetes Care (2008,31:1311-1317).
I ricercatori della Tulane University School di New Orleans, hanno tenuto sotto osservazione oltre 71 mila infermiere per un periodo di 18 anni. Analizzando le abitudini alimentari delle 4.529 pazienti che in questo arco di tempo hanno sviluppato la malattia diabetica, si è scoperto che quelle che consumavano regolarmente almeno tre porzioni di frutta fresca al giorno, vedevano ridurre il rischio di diabete del 18 per cento; mentre coloro che consumavano anche un solo succo di frutta al giorno facevano aumentare il rischio del 18 per cento. I ricercatori affermano: «Si tratta di prodotti molto ricchi di zuccheri e consumati in forma liquida, quindi assorbiti velocemente. Occorre dunque molta cautela nel consumare questo tipo di succhi».
Capita spesso che la separazione delle diverse componenti di un alimento naturale ci dia prodotti squilibrati dal punto di vista nutrizionale e il cui consumo frequente può causare disturbi, ma anche vere e proprie patologie. Vale per i cereali integrali da un lato e le farine raffinate dall’altro, per il sale marino lavato e per quello integrale. È così, evidentemente, anche per alimenti che spesso consideriamo «salutari», come i succhi di frutta.
Altri studi dimostrano che, per ridurre il rischio di obesità, sia preferibile che i bambini consumino frutta e non succhi di frutta. Certo, non tutti sono uguali. Ci sono quelli addizionati con dolcificanti (da scartare) e quelli al naturale, ricavati da frutta biologica (da preferire). In ogni caso con molta moderazione. E senza la pretesa (assurda, a quanto pare) che una bibita fresca possa sostituire in toto una buona porzione di frutta cruda.

Regole d’oro
La prevenzione è integrale

Ecco in sintesi alcuni suggerimenti appropriati per la riduzione del rischio di diabete.

– Limitate il consumo di grassi saturi. Negli alimenti di origine animale, costituiscono una quota rilevante dei grassi totali.

– Evitate di consumare alimenti contenenti grassi idrogenati (margarine, biscotti e molti altri prodotti da forno), che fanno aumentare il rischio di malattia cardiovascolare e di diabete.

– Adottate preferibilmente una dieta vegana (senza alimenti di origine animale, escludendo quindi anche uova e latticini). In ogni caso, limitate fortemente (non più di una volta alla settimana) il consumo di carne, latte e derivati, uova.

– Orientatevi decisamente verso il consumo di cereali integrali (pasta, avena, segale, orzo, pane, ecc.) e di legumi, ricchi di fibre, che apportano grassi insaturi. Al contrario, fate diventare occasionale il consumo di carboidrati raffinati (riso bianco, pane con farine tipo 00, biscotti, fette biscottate, ecc.) provvisti di un indice glicemico elevato.

– Aumentate comunque la frequenza e la quantità di attività fisica.


 

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.

pulsante-dona-ora

Articoli recenti

La frutta fresca contiene tutte le vitamine?

La frutta fresca contiene tutte le vitamine?

La tradizione popolare afferma perentoria che tutta la frutta fresca contiene tutte le vitamine e che ogni singola vitamina possa essere ritrovata proprio nella frutta fresca. È falso e pericoloso quando queste credenze si trasformano in miti alimentari.

Palline di polenta al formaggio

Palline di polenta al formaggio

Mescolate la polenta con la maggiorana. Prelevatene un pezzo grande come una pallina, lavoratelo tra le mani per arrotondarlo e infilateci un po’ di formaggio.

Dieta del gruppo sanguigno

Dieta del gruppo sanguigno

Uno degli argomenti più gettonati, è quello della dieta del gruppo sanguigno. E’ una dieta ad hoc – ma solo apparentemente – per ciascuno dei quattro gruppi sanguigni conosciuti. Gli alimenti sono distinti in benefici, neutri e nocivi per ciascun gruppo.

Esercizio fisico moderato: guida

Esercizio fisico moderato: guida

Per trarre i massimi vantaggi per il nostro sistema immunitario dall’esercizio fisico è necessario seguire alcune regole.
Adottate un programma di allenamento regolare commisurato al sesso, all’età, alle proprie caratteristiche fisiche e al livello atletico individuale.

Nigella Sativa

Nigella Sativa

Alcuni popoli la definivano ‘seme benedetto‘ per le sue proprietà antinfiammatorie e curative. La Nigella è considerata ancora oggi uno dei rimedi fitoterapici più efficaci per il trattamento di diverse patologie.

Archivi

Categorie

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This