TABÙ. Le nuove tecnologie e la gestione della sessualità

da | 19 Apr, 2022 | Psicologia

TABÙ.
Le nuove tecnologie e la gestione della sessualità.

28-29 maggio 2022 – Ingresso libero

Non perdere tempo!
Prenota subito per te e/o per i membri
della tua famiglia o gli alunni della tua classe.
I posti sono limitati!
Alcune risposte potranno essere
date duranti gli incontri.

Conferenze interattive sul tema Rapporto tra sessualità e nuove tecnologie

Con il Dott. Alberto Pellai e la Dott.ssa Barbara Tamborini

(Si veda il libro “Tutto troppo presto”)

L’evento è strutturato in tre appuntamenti:

PRIMO INCONTRO:
SABATO 28 MAGGIO, ORE 16.30

Teatro del Lago, Via delle Ferriere 16, Bracciano RM:

  • il primo incontro (sabato 28 maggio alle ore 16.30), per la fascia che va dai 13 ai 16 anni, sarà dedicato all’approfondimento del tema delle nuove tecnologie in relazione alla gestione della sessualità:

SECONDO INCONTRO:
SABATO 28 MAGGIO, ORE 19.30

Archivio storico del Comune, Piazza Mazzini 5, Bracciano RM:

  • il secondo incontro (sabato 28 maggio alle ore 19.30), per genitori e figli (over 13), sarà dedicato alla proiezione di un film sullo stesso tema. Alla fine della proiezione ci sarà un dibattito:

TERZO INCONTRO:
DOMENICA 29 MAGGIO, ORE 15.00

Archivio storico del Comune, Piazza Mazzini 5, Bracciano RM:

  • il terzo incontro (domenica 29 maggio alle ore 15.00) sarà dedicato particolarmente al tema della sessualità in relazione alla dimensione emotiva del preadolescente e dell’adolescente.

Relatori

Dott. Alberto Pellai

Medico e ricercatore presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano, si occupa di prevenzione in età evolutiva.

Conduce corsi di formazione per genitori e docenti, e nel 2004 ha ricevuto dal Ministero della Salute la medaglia d’argento al merito della sanità pubblica. Collabora con Radio 24 e ha pubblicato molti volumi.

CV: http://www.unimi.it/chiedove/cv/alberto_pellai.pdf

Altre informazioni: https://it.wikipedia.org/wiki/Alberto_Pellai

Dott.ssa Barbara Tamborini

Barbara Tamborini è psicopedagogista e scrittrice. Tiene laboratori educativi nelle scuole di ogni ordine e grado e corsi di formazione per docenti e genitori. È autrice di libri per bambini e ragazzi e coautrice insieme a suo marito Alberto Pellai di volumi di psicologia e parenting diventati bestseller e tradotti in diversi Paesi. Ha vinto numerosi premi letterari:

Premio Giovanni Arpino inediti 2010 con Aiuto! Mi sono perso a Londra (Edizioni San Paolo 2011) e il premio Onda d’Arte di Ceriale 2011. Ha pubblicato Perché non ci sei più? Accompagnare i bambini nell’esperienza del lutto (Erickson 2011). Q.A.F. quoziente autostima famigliare. Accrescere e potenziare l’autostima giocando insieme in famiglia (Edizioni San Paolo 2011) e Il primo bacio (DeAgostini 2019) insieme al marito Alberto Pellai. Sempre con Alberto Pellai ha pubblicato La bussola delle emozioni (Mondadori, 2019), A song for you (DeAgostini 2019), Tabù. Come parlare ai bambini dei temi più difficili attraverso l’educazione emotiva (Mondadori 2020) e Vietato ai minori di 14 anni (DeAgostini 2021).

Riepilogo eventi

28 – 29 maggio 2022

Sabato 28

ore 16.30 Conferenza per adolescenti (13-16 anni)
ore 19.30 Cineforum genitori/figli (over 13)

Domenica 29

ore 15.00 Conferenza per giovani (17-23 anni)

Patrocini

I nostri partner

Condividi poster

Condividi banner

Per info contattaci in chat su Instagram o sulla pagina Facebook della Fondazione Vita e Salute

Articoli recenti

Barbabietole rosse con crudità

Barbabietole rosse con crudità

Preparate una salsa stemperando lo yogurt con l’aceto, il sale aromatico e l’aglio.
Lavate le verdure e tagliatele.
Mettete qualche goccia di limone sulle carote perché non anneriscano.
Togliete la buccia alle barbabietole; tagliate una fetta superiore.

Il tesoro delle api

Il tesoro delle api

Troppo spesso sui giornali generalisti campeggiano strilli tipo: “È imperativo promuovere la qualità dei prodotti apistici e contrastare l’importazione di miele sintetico dalla Cina”. “Il miele è un prodotto taroccato”. “Il miele è pieno di antibiotici”. Notizie che stanno arrecando danno all’immagine del miele e dei prodotti dell’alveare.

Liberarsi dal fumo

Liberarsi dal fumo

I dati non sono rassicuranti. Ogni anno, 80mila fumatori italiani muoiono con 10-12 anni di anti- cipo rispetto a chi non fuma. Un’ecatombe. O forse un olocausto dorato come ebbe a definirlo Robert Proctor, dove c’è chi muore con atroci sofferenze e c’è chi si arricchisce con le loro morti.

Polmoni al centro

Polmoni al centro

Negli ultimi dieci anni il fumo ha causato più morti di quelli che l’Italia ha avuto nella Prima guerra mondiale. Dal momento che muoiono ogni anno tra le 70 e le 80mila persone per questo motivo. Questi numeri, che la comunità scientifica mette a disposizione, dovrebbero aver modificato da tempo comportamenti e politiche sanitarie.

Share This