Peli di troppo e pelle curata. Consigli

da | 19 Giu, 2021 | Salute

Di Gudrun Dalla Via

 

Gambe e piedi sono decisamente più esposti in estate che in inverno. Per questa ragione necessitano di qualche accorgimento in più.  Vediamo insieme alcuni consigli per rimuovere efficacemente i peli di troppo e per avere pelle e piedi più curati da esporre senza imbarazzi.

Abbronzati senza peli antiestetici…ma con le dovute accortezze

Se volete eliminare i peli di troppo  fatelo per tempo e non poco prima di prendere il sole, quando le pelle tende a essere già sensibile: la depilazione a strappo costituisce un trauma per la cute, ma anche le creme e le schiume, fortemente alcaline, non sono molto eudermiche (cioè amiche della pelle) e possono contribuire a irritare la pelle esposta al sole intenso.
Meno traumatico è il rasoio elettrico. La “ceretta” ha risultati più duraturi, specie se eseguita in luna calante. In questo caso, è preferibile affidarsi alle mani di un’estetista esperta, soprattutto se si hanno capillari delicati o se si soffre di vene varicose.

Indossare scarpe aperte senza imbarazzo

Una pedicure professionale rimette i piedi in condizioni ideali per poter indossare sandali e scarpe aperte. Altrimenti si possono ridurre o eliminare le callosità dei talloni ma anche di ginocchia e gomiti con la pietra pomice.

Pelle curata con prodotti home made

Per il resto della pelle, meglio non eccedere con peeling e vari prodotti esfolianti. Uno “scrub” naturale si può ottenere mescolando sale marino integrale fino con salvia secca e ridurli in polvere fine in un frullatore. Se si intingono le dita umide nella miscela e si applica la polvere sulla pelle di viso, decolleté e altre parti con delicato massaggio, la pelle torna a essere luminosa senza aggressioni.

 

Per sapere come avere un’abbronzatura sana e duratura leggi anche:

 

Questo articolo è tratto dal mensile Vita&Salute – Numero di giugno 2016

Articoli recenti

Consumo di avocado e grasso addominale

Consumo di avocado e grasso addominale

Secondo un nuovo studio, il consumo giornaliero di avocado riduce leggermente il colesterolo. Ma non ha alcun effetto sul grasso addominale, sul grasso del fegato o sulla circonferenza della vita nelle persone con sovrappeso o obesità.

Consumo di latte e cancro alla prostata

Consumo di latte e cancro alla prostata

Secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori della Loma Linda University Health, gli uomini con un’assunzione maggiore di latticini, in particolare di latte, corrono un rischio significativamente maggiore di cancro alla prostata rispetto agli uomini con un’assunzione inferiore. Lo studio non ha trovato tali associazioni tra l’aumento del rischio di cancro alla prostata e l’assunzione di calcio non caseario

Vegani e biomarcatori per difendersi dalle malattie

Vegani e biomarcatori per difendersi dalle malattie

I vegani, rispetto ai non vegetariani, mostrano differenze significative nei loro profili metabolici. Tali differenze possono aiutare a spiegare il loro minor rischio di malattie croniche.Lo dimostra  un recente studio condotto dai ricercatori della Loma Linda University, del Brigham and Women’s Hospital e della Fred Hutchinson Cancer Research Center. 

Share This