Bevande con stevia: la soluzione all’obesità e al diabete?

da | 23 Giu, 2021 | Contrasto Fake News

di Giuliana Lomazzi

Da qualche anno il mercato delle bibite si è arricchito di una nuova offerta: succhi e bevande con stevia, una pianta dalle foglie dolcissime e con scarsi effetti collaterali. I nuovi prodotti vantano un bel po’ di zuccheri e calorie in meno rispetto a quelli tradizionali. Ma…

Questi prodotti, definiti “naturali”, sostituiscono parte degli zuccheri con stevia. Spesso però non troviamo gli estratti puri di stevia, ma un mix di glicosidi steviolici con altri edulcoranti (saccarosio, sciroppo di glucosio-fruttosio, eritritolo, fruttosio…)”, avverte Valentina Rossi, nutrizionista e tossicologa ambientale di Milano.

Per sapere cosa abbiamo fatto finora

nei confronti dei prodotti con zuccheri aggiunti leggi anche

Zucchero Giù

 

Gli edulcoranti di sintesi, tra cui probabilmente anche i glicosidi steviolici, hanno un potere dolcificante molto elevato”, prosegue l’esperta. “Perciò i recettori del gusto dolce, situati nell’intestino, reagiscono spalancando le porte all’assorbimento del glucosio derivante dalla miscela di zuccheri contenuti in queste bevande”. Un’associazione ben poco felice, dunque, con un risultato non augurabile: “Un possibile aumento della glicemia più elevato rispetto all’utilizzo di sola stevia o del comune zucchero da tavola. Rimane poi da valutare se un eccessivo consumo di estratti di stevia possa alterare, come per altri edulcoranti artificiali, la composizione e la funzionalità del microbiota intestinale”.

 

Insomma, così non si risolve certo il problema di obesità e diabete, anzi semmai indirettamente lo si aggrava, sottolinea Rossi.
In definitiva, meglio evitare tout-court i prodotti contenenti zuccheri aggiunti, anche le bevande con stevia e abituarsi piuttosto ai sapori meno dolci.

Vuoi conoscere il parere del Dott. Berrino sugli zuccheri aggiunti e sugli edulcoranti?

Leggi anche

Gli zuccheri sono più pericolosi dei grassi

Articoli recenti

Il prezzemolo cotto è tossico?

Il prezzemolo cotto è tossico?

“Tradizionalmente foglie, semi e radici sono stati impiegati per il loro effetto antipertensivo, come tonico per rafforzare la vescica, nel trattamento delle epistassi, degli ematomi, delle macchie cutanee per le sue proprietà sbiancanti, dell’alitosi, delle otiti e come emmenagogo per la presenza di sostanze che favoriscono le mestruazioni e alleviano il dolore.

Diana Web – Quali benefici?

Diana Web – Quali benefici?

Oggi tutti vanno nella direzione del cibo industriale, ma il cibo industriale fa male alla salute.
Chi mangia cibo industriale si ammala e muore di più di diabete, di cancro. Noi ti proponiamo di tornare al cibo naturale. Vieni con noi, entra nella community Diana Web riscoprirai la meraviglia del cibo naturale. Mangiamo i cibi e non la trasformazione industriale dei cibi.

Vino che fa dimagrire?

Vino che fa dimagrire?

La lista di benefici attribuita al vino, soprattutto quello rosso, è piuttosto lunga. E dato che i vecchi miti sono duri a morire, ogni tanto qualcuno ricompare: è il caso del suo presunto effetto dimagrante. Gli studi in questione sono vecchiotti, ma tant’è, i loro risultati appaiono come incantevoli sirene per chi vuole dimagrire senza faticare.

Archivi

Categorie

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This