Azzardo: segnali d’allarme e prevenzione

da | 14 Ago, 2021 | Dipendenze

Di Paola Emilia Cicerone

Parliamo di gioco d’azzardo: un problema grave che coinvolge sempre più famiglie e si estende e macchia d’olio. Vediamo insieme in modo breve e schematico i numeri che muove.

 

I numeri dell’azzardo in sintesi

  • 17 milioni di italiani, il 43% popolazione attiva, ha giocato d’azzardo almeno una volta in un anno.
  • 100 miliardi di euro è il volume del giocato in un anno.
  • 20% del volume del giocato è on line.
  • il più diffuso è il “gratta e vinci”: 74%.
  • 400mila giocatori problematici in Italia (100mila nel 2007).
  • 100mila dicono di aver ottenuto denaro in prestito in modo illegale.
  • Tra i giovani il 40,7% degli studenti di 15/16 anni, e oltre il 50% degli studenti tra 15 e i 19 anni hanno giocato d’azzardo.
  • Un italiano su tre pensa che sia possibile arricchirsi con il gioco d’azzardo.

 

 

Per approfondire leggi anche

Gioco d’azzardo: i fattori di rischio per giovani e anziani

 

I segnali d’allarme

Attenzione ai campanelli di allarme. C’è un problema se:

  • il gioco diventa incontrollabile
  • le somme giocate aumentano progressivamente
  • si prova ansia se si cerca di smettere
  • quando si perde si gioca per tornare a vincere
  • si mente ai familiari sulle somme giocate

Se si chiedono prestiti o si commettono reati per procurarsi il denaro necessario al gioco il problema è serio.

 

 

Regole di prevenzione

  • Evitare di coinvolgere i bambini nel gioco d’azzardo, anche con l’acquisto occasionale di “gratta e vinci” o la partecipazione a giochi con vincite in denaro.
  • Per i più giovani, i genitori dovrebbero fare attenzione a sbalzi di umore – ansia o crisi di rabbia – consumo di alcol, frequentazione di nuovi amici, problemi scolastici.
  • Per gli anziani le molle che possono far scattare la dipendenza da azzardo sono la solitudine e il senso di inutilità. Può essere utile cercare di crearsi interessi o attività alternative.
  • Non vergognarsi a chiedere aiuto, parlando ai familiari o rivolgendosi ai servizi o a gruppi di auto-aiuto.

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche

Gioco d’azzardo: i fattori di rischio per giovani e anziani
Issalute: telefono Verde Gioco d’Azzardo (TVNGA)

Articoli recenti

Consumo di latte e cancro alla prostata

Consumo di latte e cancro alla prostata

Secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori della Loma Linda University Health, gli uomini con un’assunzione maggiore di latticini, in particolare di latte, corrono un rischio significativamente maggiore di cancro alla prostata rispetto agli uomini con un’assunzione inferiore. Lo studio non ha trovato tali associazioni tra l’aumento del rischio di cancro alla prostata e l’assunzione di calcio non caseario

Vegani e biomarcatori per difendersi dalle malattie

Vegani e biomarcatori per difendersi dalle malattie

I vegani, rispetto ai non vegetariani, mostrano differenze significative nei loro profili metabolici. Tali differenze possono aiutare a spiegare il loro minor rischio di malattie croniche.Lo dimostra  un recente studio condotto dai ricercatori della Loma Linda University, del Brigham and Women’s Hospital e della Fred Hutchinson Cancer Research Center. 

Barbabietole rosse con crudità

Barbabietole rosse con crudità

Preparate una salsa stemperando lo yogurt con l’aceto, il sale aromatico e l’aglio.
Lavate le verdure e tagliatele.
Mettete qualche goccia di limone sulle carote perché non anneriscano.
Togliete la buccia alle barbabietole; tagliate una fetta superiore.

Share This