Autismo e disturbi dello spettro autistico

da | 1 Apr, 2021 | Salute

L’autismo e i disturbi dello spettro autistico  sono handicap diffusi ma ancora poco conosciuti, e caratterizzati da grave difficoltà a interagire con gli altri.
Oggi vengono delineati con criteri diagnostici accurati e terapie in grado di aiutare chi ne soffre.
Le Nazioni Unite hanno istituito la Giornata Internazionale della Consapevolezza sull’Autismo con l’obiettivo di attirare l’attenzione su questa problematica.

 

Definizione di autismo

L’Istituto Superiore di Sanità  definisce l’autismo e i disturbi dello spettro autistico  “una sindrome comportamentale causata da un disordine dello sviluppo, biologicamente determinato, con esordio nei primi tre anni di vita”.
Una disabilità che riguarda soprattutto la comunicazione e le interazioni sociali: i bambini con autismo hanno seri problemi di linguaggio.
Nei casi più gravi arrivano a una totale assenza  e difficoltà a sviluppare scambi emotivi con adulti e coetanei, interessi ristretti e comportamenti stereotipati e ripetitivi.

Esiste però un’ampia variabilità,

“tanto che oggi si parla di disturbi dello spettro autistico, o di ‘autismi’, proprio per indicare che esistono vari quadri clinici. Tutti legati a un’alterazione della connettività cerebrale, che si possono manifestare in modo diverso e interferire differentemente con l’intelligenza o le capacità linguistiche”, ricorda lo psichiatra Filippo Muratori dell’Irccs Stella Maris-Università di Pisa.

Per rimanere aggiornato visita anche il sito Issalute dell’Istituto Superiore di sanità

 

Tra geni e ambiente

La complessità emerge anche dalle indagini sull’origine della sindrome :
In passato si pensava a fattori psicologici, poi la ricerca si è orientata verso un’origine genetica”, prosegue Muratori,
“oggi i progressi della ricerca mostrano che i geni coinvolti  nell’autismo giocano un ruolo importante. Ma hanno un loro peso anche fattori ambientali incidono sull’espressione dei geni: l’inquinamento, l’età dei genitori o alcune forme di stress durante la gravidanza o immediatamente dopo la nascita”.
Studi sulla familiarità di questi disturbi mostrano come nelle famiglie dove c’è un bambino con autismo le probabilità che anche un secondogenito ne soffra siano nettamente più alte della media.

utismo e disturbi dello spettro autistico

 

Vaccini e autismo: un mito da sfatare

Non esiste un legame tra autismo e vaccini: i dati scientifici lo confermano con evidenza.
L’articolo di Andrew Wakefield, pubblicato su Lancet nel 1998, che per primo aveva ipotizzato un legame tra il vaccino trivalente Mpr (Morbillo, Parotite, Rosolia) e il rischio autismo è stato ritirato dalla rivista.

Nel frattempo, l’ordine dei medici britannico ha radiato Andrew Wakefield  dal Medical Register.
Appare sempre più chiaro, grazie anche a un’ampia inchiesta realizzata dal giornalista inglese Brian Deer, che Wakefield non ha commesso un errore in buona fede, ma una frode.

Wakefield si faceva pagare per costose perizie su bambini dei quali si sospettava che avessero sviluppato la sindrome dopo essere stati vaccinati. Era  coinvolto in un progetto di produzione di vaccini alternativi a quelli di cui aveva denunciato una presunta pericolosità.
Non contento, ha continuato a propagandare le sue teorie. La sua ultima realizzazione è stata un film contro i vaccini, Vaxxed, che ha sollevato molte polemiche anche in Italia.
Il tempo ha chiarito sempre meglio che i dati raccolti da Wakefield non sono replicabili.  Mentre i progressi della ricerca hanno mostrato quanto sia complesso l’insieme di concause che può generare una sindrome dello spettro autistico.

Articoli recenti

La frutta fresca contiene tutte le vitamine?

La frutta fresca contiene tutte le vitamine?

La tradizione popolare afferma perentoria che tutta la frutta fresca contiene tutte le vitamine e che ogni singola vitamina possa essere ritrovata proprio nella frutta fresca. È falso e pericoloso quando queste credenze si trasformano in miti alimentari.

Palline di polenta al formaggio

Palline di polenta al formaggio

Mescolate la polenta con la maggiorana. Prelevatene un pezzo grande come una pallina, lavoratelo tra le mani per arrotondarlo e infilateci un po’ di formaggio.

Dieta del gruppo sanguigno

Dieta del gruppo sanguigno

Uno degli argomenti più gettonati, è quello della dieta del gruppo sanguigno. E’ una dieta ad hoc – ma solo apparentemente – per ciascuno dei quattro gruppi sanguigni conosciuti. Gli alimenti sono distinti in benefici, neutri e nocivi per ciascun gruppo.

Esercizio fisico moderato: guida

Esercizio fisico moderato: guida

Per trarre i massimi vantaggi per il nostro sistema immunitario dall’esercizio fisico è necessario seguire alcune regole.
Adottate un programma di allenamento regolare commisurato al sesso, all’età, alle proprie caratteristiche fisiche e al livello atletico individuale.

Nigella Sativa

Nigella Sativa

Alcuni popoli la definivano ‘seme benedetto‘ per le sue proprietà antinfiammatorie e curative. La Nigella è considerata ancora oggi uno dei rimedi fitoterapici più efficaci per il trattamento di diverse patologie.

Archivi

Categorie

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This