Se la verdura salverà la Terra

da | 10 Ott, 2018 | Alimentazione, Ambiente

Mangiare troppa carne non solo fa male alla salute ma risulta un grave danno all’ambiente. Con enormi sprechi di risorse energetiche, di acqua e terreni. Mentre una dieta prevalentemente vegetariana può dare un migliore futuro al nostro pianeta.

La Terra ci sta lanciando un drammatico Sos: dal primo agosto abbiamo consumato tutte le risorse naturali che essa è in grado di rigenerare in un anno. In pratica, per soddisfare il fabbisogno attuale di risorse naturali, stiamo sfruttando l’equivalente di 1,7 pianeti Terra. Stiamo impiegando le risorse naturali così rapidamente da non permettere agli ecosistemi della Terra di rigenerarsi. Per rispondere a questo appello non ci resta quindi che cambiare abitudini. A partire dalla riduzione dello spreco alimentare e consumare meno carne e più vegetali.

Come indicano ormai innumerevoli studi, a essere messa sotto accusa è la produzione di proteine animali. La zootecnia globale sfrutta massicciamente risorse alimentari e idriche, produce inquinamento delle acque, uso delle terre, deforestazione, degradazione del suolo ed emissioni di gas serra.

Un esempio su tutti: per produrre un kg di carne di manzo sono necessari ben 15.500 litri di acqua.

Il quadro appena delineato è avvalorato da uno recente studio del gruppo di Nutrizione umana del Dipartimento di scienze degli alimenti e del farmaco dell’università di Parma, Bologna, Bolzano, Torino e Cambridge, pubblicato su Scientific Reports, attraverso il quale sono state comparate le tre diete più seguite a livello mondiale: onnivora, vegetariana e vegana. Che cosa hanno scoperto? Tenendo conto di tre valori fondamentali come il carbon footprint (emissioni di gas serra da parte di un prodotto), il water footprint (consumo di acqua) e l’ecological footprint (impronta ecologica) è emerso che la dieta onnivora rappresenta il regime alimentare con l’impatto più elevato per gli indicatori ambientali presi in esame, rispetto alla dieta vegetariana e vegana.

In altre parole, il consumo di vegetali apporta meno danni all’ambiente.

Di Massimo Ilari

Articoli recenti

La frutta fresca contiene tutte le vitamine?

La frutta fresca contiene tutte le vitamine?

La tradizione popolare afferma perentoria che tutta la frutta fresca contiene tutte le vitamine e che ogni singola vitamina possa essere ritrovata proprio nella frutta fresca. È falso e pericoloso quando queste credenze si trasformano in miti alimentari.

Palline di polenta al formaggio

Palline di polenta al formaggio

Mescolate la polenta con la maggiorana. Prelevatene un pezzo grande come una pallina, lavoratelo tra le mani per arrotondarlo e infilateci un po’ di formaggio.

Dieta del gruppo sanguigno

Dieta del gruppo sanguigno

Uno degli argomenti più gettonati, è quello della dieta del gruppo sanguigno. E’ una dieta ad hoc – ma solo apparentemente – per ciascuno dei quattro gruppi sanguigni conosciuti. Gli alimenti sono distinti in benefici, neutri e nocivi per ciascun gruppo.

Esercizio fisico moderato: guida

Esercizio fisico moderato: guida

Per trarre i massimi vantaggi per il nostro sistema immunitario dall’esercizio fisico è necessario seguire alcune regole.
Adottate un programma di allenamento regolare commisurato al sesso, all’età, alle proprie caratteristiche fisiche e al livello atletico individuale.

Nigella Sativa

Nigella Sativa

Alcuni popoli la definivano ‘seme benedetto‘ per le sue proprietà antinfiammatorie e curative. La Nigella è considerata ancora oggi uno dei rimedi fitoterapici più efficaci per il trattamento di diverse patologie.

Archivi

Categorie

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This