I colori della Voce

da | 23 Dic, 2015 | Mindfulness

Se vi chiedessi che colore ha la vostra voce, che cosa mi rispondereste? È gialla, blu, rossa oppure verde? Ciro Imparato, noto doppiatore professionista di Rai e Mediaset, ha recentemente scritto un libro, La tua voce può cambiare la tua vita (Sperling&Kupfer, pp. 220, € 19) che trae spunto dal Metodo FourVoiceColors®, da lui stesso ideato (se volete sapere, nello specifico, che «colore» ha la vostra voce andate al sito internet www.lavoce.net). Ecco in sintesi il suo pensiero.

  • Volete risultare simpatici? Usate la voce gialla, caratterizzata innanzitutto da un grande sorriso, costante e sincero. È la voce degli speaker radiofonici: simpatici, sorridenti, cordiali e sempre ben disposti verso tutti. Ma come si crea la voce gialla e in quali situazioni usarla?
    • Bisogna usare un volume medio-alto, cui dovrà essere associato un sorriso che andrà mantenuto per tutto il tempo in cui continueremo a parlare con quella particolare sfumatura di colore. Per il tono della voce, esso sarà alternativamente alto e basso a seconda di ciò che si andrà a esporre (più acuto nelle fasi concitate e più basso in quelle discorsive). La velocità sarà sostenuta per generare negli altri quel senso di energia e divertimento caratteristico delle persone simpatiche. Infine, le pause dovranno essere brevi.
    • Utilizzarla quando l’approccio sorridente porterà un vantaggio nella comunicazione (per esempio quando incontrate qualcuno oppure quando incominciate una conversazione in pubblico).
  • Volete generare fiducia? Usate la voce verde. Dopo esservi fatti benvolere attraverso la voce gialla dovete creare con il vostro interlocutore un rapporto di fiducia. A questo proposito Imparato afferma: «La voce verde è la voce di quella persona innocua, di chi porge l’altra guancia, di chi non impone la sua personalità ma anzi lascia che sia l’altro a scegliere». Come si crea questa voce? Quando è utile usarla?
    • Il volume dovrà essere medio-basso, indice della vostra volontà di dialogare, piuttosto che discutere. Il tono dovrà essere basso per dare l’impressione di essere tranquilli e pacati. Il tempo dovrà anch’esso essere lento, perché non avete fretta: siete rilassati e volete rilassare. Le pause saranno esitanti a riprova che state soppesando le parole.
    • Utilizzatela in tutte quelle circostanze in cui intendete raggiungere un accordo basato sulla condivisione di valori (è la voce adatta per gli insegnanti, i ministri di culto, i genitori o i politici).
  • Volete risultare autorevoli? Usate la voce blu, che risulterà efficace se avrete svolto con precisione le due fasi precedenti. La voce blu è importantissima per far capire gli elementi di verità e affidabilità. Come si crea?Quando è utile la voce blu?
    • Il volume sarà medio-alto e il tono dovrà essere tendenzialmente basso e conclusivo. Scrive Imparato: «La voce blu deve portare l’ascoltatore a pensare che le cose che stiamo dicendo siano come scolpite nella roccia: dirette, sicure, affidabili e incontrovertibili». Il tempo dovrà essere medio, sicuramente non veloce, qualche volta rallentato per riuscire a scandire con più precisione gli elementi che volete imprimere meglio nella memoria delle persone. Per quanto riguarda le pause, dovranno essere nette, secche, sospensive.
    • La voce blu è utile soprattutto quando dovete comunicare dati e fatti oggettivi (è la voce dei negoziatori, dei venditori, dei manager, dei leader, ecc.).
  • Volete entusiasmare e coinvolgere? Usate la voce rossa, quella della spontaneità, dell’emotività e del calore umano. Come si crea? Quando è utile la voce rossa?
    • Per prima cosa il volume dovrà essere decisamente alto, per farvi sentire ma, soprattutto, per trasmettere la vostra passione. Il tono dovrà essere medio-alto, perché siete trascinati dagli argomenti che state affrontando. Il tempo sarà veloce e il ritmo incalzante perché state veicolando passione ed entusiasmo.
    • La voce rossa: usatela ogni volta che desideriate coinvolgere chi avete intorno, per far capire che è arrivato il momento di cominciare a divertirsi. Per questo motivo, non è utilizzabile sempre ma soltanto in quei casi in cui gli interlocutori siano persone con le quali avete stabilito una relazione d’intimità.
  • I due colori da non usare mai: il grigio e il nero. La voce grigia è quella della noia e dell’apatia; la voce che si ascolta, purtroppo, in molti ambienti pubblici o tra gli operatori telefonici; è facilmente riconoscibile perché scialba, piatta e inespressiva. La voce nera, invece, è quella della rabbia e dell’ostilità. È la voce che si crea quando discutete, anziché, dialogare. I suoi effetti sono davvero dannosi per chi l’ascolta.

In questo bel libro scritto da Ciro Imparato apprenderete, dunque, a colorare la vostra voce con esercizi divertenti affinché possiate dire anche voi: «attraverso la mia voce ho cambiato la mia vita».

 

Articoli recenti

La frutta fresca contiene tutte le vitamine?

La frutta fresca contiene tutte le vitamine?

La tradizione popolare afferma perentoria che tutta la frutta fresca contiene tutte le vitamine e che ogni singola vitamina possa essere ritrovata proprio nella frutta fresca. È falso e pericoloso quando queste credenze si trasformano in miti alimentari.

Palline di polenta al formaggio

Palline di polenta al formaggio

Mescolate la polenta con la maggiorana. Prelevatene un pezzo grande come una pallina, lavoratelo tra le mani per arrotondarlo e infilateci un po’ di formaggio.

Dieta del gruppo sanguigno

Dieta del gruppo sanguigno

Uno degli argomenti più gettonati, è quello della dieta del gruppo sanguigno. E’ una dieta ad hoc – ma solo apparentemente – per ciascuno dei quattro gruppi sanguigni conosciuti. Gli alimenti sono distinti in benefici, neutri e nocivi per ciascun gruppo.

Esercizio fisico moderato: guida

Esercizio fisico moderato: guida

Per trarre i massimi vantaggi per il nostro sistema immunitario dall’esercizio fisico è necessario seguire alcune regole.
Adottate un programma di allenamento regolare commisurato al sesso, all’età, alle proprie caratteristiche fisiche e al livello atletico individuale.

Nigella Sativa

Nigella Sativa

Alcuni popoli la definivano ‘seme benedetto‘ per le sue proprietà antinfiammatorie e curative. La Nigella è considerata ancora oggi uno dei rimedi fitoterapici più efficaci per il trattamento di diverse patologie.

Archivi

Categorie

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This