Grassi e latte proteggono lo stomaco? Un mito da sfatare

da | 10 Apr, 2021 | Antibufale

Di Massimo Ilari

Un altro mito da sfatare è quello secondo il quale i cibi grassi e il latte “sono un toccasana per la gastrite, perché ‘foderano’ lo stomaco”. Questa teoria la troviamo spesso strombazzata in Rete e inserita fra i rimedi della nonna, ma è stata smentita dalla ricerca.
L’ISS (Istituto Superiore di Sanità) conferma che gli alimenti, soprattutto le proteine, sono digeriti nello stomaco grazie all’azione di succhi gastrici e particolari enzimi. La digestione dei grassi avviene dopo, nell’intestino; queste gocce oleose, non essendo solubili nei succhi gastrici e non essendo attaccate da acidi ed enzimi, rimangono in sospensione.
A quel punto si allungano i tempi di transito del cibo, e un prolungato contatto delle pareti dello stomaco con i succhi gastrici.

Che fare?

Evitare o ridurre fortemente cibi grassi, carne e formaggi, soprattutto se fermentati o molto stagionati. E il latte, perché, essendo un cibo con un pH abbastanza neutro (6-6,8), può dare un immediato senso di sollievo appena ingerito, andando a tamponare l’acidità del contenuto gastrico.
In realtà, soprattutto quello intero, più grasso, dopo un possibile beneficio iniziale, può far ricomparire i fastidi.

Allora, è meglio consultare lo specialista, che prescriverà una dieta adeguata priva di tutti i cibi e bevande (come alcol e caffè) irritanti per le pareti dello stomaco.

Articoli recenti

Tofu e tempeh alle zucchine

Tofu e tempeh alle zucchine

Spennellate uno stampo con po’ d’olio e un cucchiaio di salsa di soia e disponetevi i due panetti tagliati a fettine. Infornate a 200° per una decina di minuti rigirando ogni tanto le fette in modo che prendano colore.

Torta di fragole

Torta di fragole

Mettete le mandorle a bagno in acqua bollente per 30 minuti, poi togliete la pellicina. Sciacquate le fragole e lasciatele asciugare su un telo. Tagliatene circa la metà in pezzetti. Tritate finemente le mandorle in un mixer

Zucchero giù

Zucchero giù

L’obesità infantile preoccupa in quanto i bambini obesi hanno maggiori possibilità di divenire adulti obesi e, di conseguenza, di avere un maggior rischio di sviluppare una serie di condizioni patologiche. L’obesità, infatti, è un fattore di rischio di diverse patologie

Coronavirus: mangia sano muoviti e medita

Coronavirus: mangia sano muoviti e medita

Fin dai tempi di Pasteur sappiamo che le malattie infettive dipendono dal contatto con il microbo o il virus. Ma anche dal terreno che coltiviamo dentro di noi attraverso tre vie, quella del cibo, del movimento e della meditazione, che servono per fortificarci

Integratori. Sono utili davvero?

Integratori. Sono utili davvero?

Integratori, perché è una moda inutile e potenzialmente pericolosa. Gli italiani ne abusano, ma ecco cosa dovrebbero fare davvero. Cresce il fatturato di prodotti a base di vitamine e oligoelementi. Ma il risultato, spesso, non è quello sperato.

Archivi

Categorie

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This