Autismo: Difficoltà a trovare specialisti

da | 4 Apr, 2017 | Medicina

Nel numero della rivista Vita&Salute di questo mese un importante dossier sull’autismo, in occasione del 2 Aprile, giornata mondiale della consapevolezza dell’Autismo, istituita 10 anni fa dalle Nazioni unite con l’obiettivo di attirare l’attenzione sulla tematica. Qui di seguito un estratto: la Fondazione Vita e Salute vuole fare la sua parte per sensibilizzare su un handicap diffuso ma ancora poco conosciuto.

Fino a pochi anni fa era difficile anche trovare specialisti che conoscevano questi disturbi, “e quando i ragazzi crescevano, il problema era ancora più grave: spesso persone con autismo ottenevano diagnosi di ritardo mentale o psicosi”, spiega Marino [Giovanni Marino, presidente di Fantasia, la federazione che riunisce le associazioni più rappresentative di familiari di persone con autismo e soggetti Asperger ndr].

Il problema è che, ancora oggi, le diagnosi si basano sull’analisi del comportamento: non esistono marker biologici cui fare riferimento, e gli studi di imaging cerebrale servono ai ricercatori che cercano di comprendere le origini della malattia, ma non sono ancora utilizzabili per fare diagnosi.

“In genere, i genitori si accorgono che qualcosa non va nelle modalità di relazione del bambino, tra i 12 e i 18 mesi, ma non sempre si incontrano clinici in grado di formulare una diagnosi: che, a questa età, è ‘rischio di autismo’, spiega Muratori, “e che invece è molto importante perché è proprio lavorando con bambini di quell’età che si ottengono i risultati migliori”.

Articoli recenti

Il prezzemolo cotto è tossico?

Il prezzemolo cotto è tossico?

“Tradizionalmente foglie, semi e radici sono stati impiegati per il loro effetto antipertensivo, come tonico per rafforzare la vescica, nel trattamento delle epistassi, degli ematomi, delle macchie cutanee per le sue proprietà sbiancanti, dell’alitosi, delle otiti e come emmenagogo per la presenza di sostanze che favoriscono le mestruazioni e alleviano il dolore.

Diana Web – Quali benefici?

Diana Web – Quali benefici?

Oggi tutti vanno nella direzione del cibo industriale, ma il cibo industriale fa male alla salute.
Chi mangia cibo industriale si ammala e muore di più di diabete, di cancro. Noi ti proponiamo di tornare al cibo naturale. Vieni con noi, entra nella community Diana Web riscoprirai la meraviglia del cibo naturale. Mangiamo i cibi e non la trasformazione industriale dei cibi.

Vino che fa dimagrire?

Vino che fa dimagrire?

La lista di benefici attribuita al vino, soprattutto quello rosso, è piuttosto lunga. E dato che i vecchi miti sono duri a morire, ogni tanto qualcuno ricompare: è il caso del suo presunto effetto dimagrante. Gli studi in questione sono vecchiotti, ma tant’è, i loro risultati appaiono come incantevoli sirene per chi vuole dimagrire senza faticare.

Archivi

Categorie

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This