Alimentazione: Miti da Sfatare – parte 3 – Eccesso di proteine

da | 4 Lug, 2016 | Alimentazione

Abbiamo parlato di come i nostri figli assumano mediamente il doppio delle proteine raccomandate dall’Oms, e nella seconda parte, dei punti forza della dieta mediterranea: ma quali sono le conseguenze dell’eccesso di proteine?

Farà male ai nostri bambini l’eccesso di proteine e di cibo animale tipico della nostra dieta?

Forse non immediatamente, ma alla lunga sì. I grassi animali che si trovano in salumi, latticini e formaggi favoriscono:

  • il diabete e le malattie circolatorie, perché ostacolano il buon funzionamento dell’insulina
  • l’aumentare del colesterolo
  • la pressione arteriosa

Le carni rosse poi, e soprattutto quelle conservate, sono una delle cause dell’aumento drammatico dei tumori dell’intestino, in particolare perché sono ricche di ferro, che favorisce la formazione di sostanze cancerogene nel nostro tubo digerente.

L’eccesso di proteine, inoltre, fa perdere calcio dalle ossa. Se mangiamo 40 g al giorno di proteine (sarebbe sufficiente anche per gli adulti) ci basterebbe mezzo grammo di calcio al giorno, facilmente ottenibile anche dal cibo vegetale. Se invece ne mangiamo 80 g ci occorre un grammo al giorno di calcio, perché le proteine, e ancor più quelle di origine animale, tendono ad acidificare il sangue e l’osso cede sali di calcio quando occorre tamponare l’acidità.

Il cibo animale, inoltre, con l’eccezione del pesce, favorisce gli stati infiammatori ed è probabile che l’eccessivo consumo di carni e formaggi contribuisca a causare faringiti, tonsilliti, bronchiti, otiti, così frequenti nei nostri bambini (un’altra causa importante sono le sigarette dei genitori e l’inquinamento delle città).

Quando non c’erano gli antibiotici i medici curavano queste condizioni somministrando una purghetta. Cibarsi prevalentemente di prodotti animali, infatti, favorisce la stitichezza e le infiammazioni intestinali, e se i bambini non fanno bene la cacca sono più suscettibili alle infezioni respiratorie.

Tratto dall’articolo “Alimentazione, miti da sfatare” di Franco Berrino, già Direttore del Dipartimento di medicina preventiva e predittiva dell’Istituto nazionale dei tumori di Milano

butn2

Vai a parte 2

butn1

Vai a parte 4

Sostieni la Salute attraverso l’attività di sensibilizzazione e informazione. Scopri come puoi aiutarci.pulsante-dona-ora

 

Articoli recenti

Cibi crudi. Benefici e precauzioni.

Cibi crudi. Benefici e precauzioni.

Ci sono tanti e ottimi motivi per mangiare più spesso cibi crudi: sono ricchi di alcune sostanze preziose per la salute, le quali vengono invece disperse, ridotte o alterate dal calore della cottura.

Raggi solari. Precauzioni e benefici

Raggi solari. Precauzioni e benefici

È abituale la mancata o errata applicazione delle creme solari di cui, spesso, non si leggono neppure gli ingredienti. Quanti sanno che l’applicazione dovrebbe essere ripetuta almeno ogni due ore e dopo il bagno? Quanti sanno che la reidratazione della pelle è d’obbligo per mantenerla elastica ed evitare le spellature

Peli di troppo e pelle curata. Consigli

Peli di troppo e pelle curata. Consigli

Gambe e piedi sono decisamente più esposti in estate che in inverno. Per questa ragione necessitano di qualche accorgimento in più.  Vediamo insieme alcuni consigli per rimuovere efficacemente i peli di troppo e per avere pelle e piedi più curati.

L’alloro: non solo per i vincitori

L’alloro: non solo per i vincitori

Foglie e bacche di alloro contengono, in diversa percentuale, un olio essenziale dalle proprietà aperitive, cioè stimolanti l’appetito, digestive e carminative. Infatti, l’alloro viene impiegato per alleviare le coliche, i disturbi dello stomaco; favorire la digestione e aiutare a espellere i gas dall’apparato gastro-intestinale, in presenza di meteorismo o aerofagia.

Cereali di ieri e di oggi

Cereali di ieri e di oggi

Alimenti «di resistenza», i cereali ci hanno sfamato fin dall’antichità. Grazie alla capacità di conservarsi a lungo i loro semi, nutrienti e sazianti, si rivelarono per i nostri progenitori un’importante integrazione per i mesi invernali. Inizialmente erano consumati crudi; poi, con la scoperta del fuoco, ecco gallette e polentine arricchire la dieta di sapori e di nutrienti.

Archivi

Categorie

Iscriviti

Iscrivendoti alla newsletter potrai accedere gratuitamente agli articoli bloccati ed essere sempre aggiornato con i nostri consigli per uno stile di vita sano e sostenibile.

Share This